Short Theatre 2014

Torna Palazzi Consiglia


Warning: Parameter 2 to wp_hide_post_Public::query_posts_join() expected to be a reference, value given in /home/customer/www/delteatro.it/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 303

È in corso a Roma, fino al 14 e poi il 25 settembre, la nona edizione di Short Theatre, mentre dall’8 al 10 torna Garofano Verde. Gabriele Lavia dirige “Sinfonia d’Autunno” di Bergman. Da seguire anche i “Cenacoli fiorentini” di Virgilio Sieni e il festival Crisalide a FaenzaRenato Palazzi

Si sta svolgendo a Roma, al Centro di Produzione Culturale La Pelanda, al Teatro Argentina e al Teatro India, la nona edizione del festival Short Theatre: da vedere fra l’altro il feroce Mio figlio era come un padre per me dei Fratelli Dalla Via (venerdì 5), Anne Sexton cleaning the house della bravissima Milena Costanzo affiancata da Gianluca De Col (domenica 7), A.H. di Antonio Latella col sorprendente Francesco Manetti (martedì 9 e mercoledì 10), I giganti della montagna nella rilettura di Roberto Latini (martedì 9), Jesus, “prima apparizione” del nuovo spettacolo dei Babilonia Teatri (sabato 13).

Dopo Ibsen, Bergman. Gabriele Lavia, in questo momento, è evidentemente interessato a temi e atmosfere degli autori nordici: per lo Stabile dell’Umbria, porta una sceneggiatura del regista svedese, quella di Sinfonia d’Autunno, un film del ’76 incentrato sul conflitto fra due figure femminili, una madre tutta presa dalla sua carriera di pianista, incapace di mettersi in relazione con chi le sta vicino, e una figlia che le rinfaccia quell’affetto che non ha mai avuto da lei. Protagoniste sono Annamaria Guarnieri e Valeria Milillo, il debutto venerdì 5 al Teatro Cucinelli di Solomeo.

Da lunedì 8 a mercoledì 10 il Teatro Argentina di Roma ospita la ventunesima edizione del Garofano Verde, il festival di teatro omosessuale diretto da Rodolfo Di Giammarco. In programma tre titoli: Io, mai niente con nessuno avevo fatto di Joele Anastasi del gruppo Vucciria Teatro, una vicenda di passione e di violenza ambientata nell’aspro contesto palermitano, Birre e rivelazioni, un atto unico di Tony Laudadio con Roberto De Francesco e Andrea Renzi, Un bacio di Ivan Cotroneo, da un episodio di cronaca nera americano, raccontato e analizzato da Iaia Forte.

Da martedì 9 a venerdì 12 Virgilio Sieni riprende l’esperienza dei Cenacoli fiorentini, una creazione che si compone di quattro azioni coreografiche ambientate in altrettanti cenacoli di Firenze, quello di San Salvi, di Fuligno, di Sant’Apollonia e di Ognissanti, decorati dagli affreschi rispettivamente di Andrea del Sarto, del Perugino, di Andrea del Castagno e di Domenico Ghirlandaio. I gesti dei danzatori, ispirati al ciclo evangelico della Passione, entrano variamente in relazione coi dipinti e coi personaggi in essi raffigurati. Ciascuna delle azioni sarà replicata tre volte al giorno.

Da giovedì 11 a domenica 14 avrà luogo a Faenza la ventunesima edizione del festival Crisalide, che vuole essere non soltanto rassegna, ma spazio di riflessione in cui avviene un confronto fra artisti, filosofi, studiosi. Lo spettacolo d’apertura è The decision del gruppo Masque Teatro, dal dramma didattico di Brecht La linea di condotta, nella messinscena di Lorenzo Bazzocchi. Fra le altre proposte, spettacoli e performance di Simona Bertozzi, ErosAntEros, Habillée d’eau.

Torna Palazzi Consiglia