FaustIn and out

Focus Jelinek fa tappa a Parma


Warning: Parameter 2 to wp_hide_post_Public::query_posts_join() expected to be a reference, value given in /home/customer/www/delteatro.it/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 303

Inserito nell’ambito dell’articolato progetto dedicato alla poetessa premio Nobel, va in scena “FaustIn and out” dell’Accademia degli Artefatti diretta da Fabrizio Arcuri. Tornano a Milano “Il flauto magico” multietnico dell’Orchestra di piazza Vittorio e “Peperoni difficili” di Rosario LismaRenato Palazzi


Nell’ambito del focus Jelinek, una serie di messinscene e letture di testi dell’autrice austriaca, premio Nobel 2004, venerdì 19 al Teatro Due di Parma debutta FaustIn and out (foto), uno spettacolo dell’Accademia degli Artefatti con la regia di Fabrizio Arcuri: si tratta di una feroce riscrittura in tre episodi del Faust di Goethe, ispirata in questo caso a un fatto di cronaca, la storia di un padre che, in Austria, tenne segregata per anni la figlia in cantina, abusando di lei. Le interpreti sono Angela Malfitano, Francesca Mazza, Sandra Soncini, con la partecipazione di Marta Dalla Via.

Torna da martedì 23 a venerdì 26 al Tieffe Menotti di Milano il Flauto magico nell’acclamata interpretazione multietnica dell’Orchestra di piazza Vittorio: l’opera di Mozart viene reinterpretata e reinventata in sei lingue diverse, wolof, spagnolo, arabo, tedesco, portoghese e inglese, ed eseguita in una serie di stili musicali diversi, a ritmo di jazz, rap, mambo e pop.  L’atmosfera incantata della favola viene evocata dagli acquerelli e dagli effetti di animazione curati dallo scenografo Lino Fiorito. Dal 27 al 31 lo spettacolo è al Teatro Carignano di Torino.

Peperoni difficili è una pièce dell’attore Rosario Lisma, basato sui rapporti tra un parroco di paese, la sua bella sorella appena rientrata da una missione umanitaria in Africa e un intellettuale spastico, benché molto disinvolto nei rapporti con l’altro sesso: il tema è quello della scomoda sincerità, che riguarda nella circostanza l’impossibilità della ragazza di accettarne la corte a causa del suo handicap. Lo spettacolo, lo scorso anno al Franco Parenti, aveva registrato un’imprevedibile successo, al punto che si era dovuto aggiungere un nuovo ciclo di repliche. Torna in scena nella stessa sede da domenica 28 a domenica 11 gennaio.

Focus Jelinek fa tappa a Parma