Tag Archives: renato palazzi

La Fabbula di Mimmo

Debutta a Napoli “La Cupa”, il nuovo spettacolo in due parti di Mimmo Borrelli, autore vesuviano di testi impervi e possenti. A Modena esordisce “1984” di Orwell, nuovo lavoro dello scozzese Matthew Lenton. Da non perdere a Milano “Socrate il sopravvissuto/come le foglie” degli Anagoor, forse lo spettacolo più profondo e maturo dell’ancor giovane compagnia di Castelfranco Veneto – Renato Palazzi Per saperne di più

Trainspotting

Nell’affrontare la materia infida, livida, respingente ma a tratti anche sottilmente ironica del celebre romanzo di Irvine Welsh, Sandro Mabellini torna a linguaggi teatrali destrutturati e informali che gli sono congeniali. Tutti bravi i quattro interpreti – Renato Palazzi Per saperne di più

Lear schiavo d’amore

Il nuovo spettacolo dei Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa al debutto a Torino nella visionaria riscrittura di Marco Isidori e Daniela Dal Cin. Sempre a Torino, Valerio Binasco firma la sua prima regia da direttore artistico dello Stabile con il “Don Giovanni” di Molière. La compagnia olandese Toneelgroep torna a Milano con “The year of cancer” di Hugo Claus. Approda a Roma “I malvagi” di Alfonso Santagata, che attinge a pagine varie di Dostoevskij – Renato Palazzi Per saperne di più

Parole e silenzi

Molte proposte: a Milano il Festival del Silenzio promosso da Fattoria Vittadini con artisti udenti e non udenti. A Bologna Kepler-452 propone “Il giardino dei ciliegi. Trent’anni di felicità in comodato d’uso”. A Udine Rafael Spregelburd firma “Philip Seymour Hoffman, par exemple” per il gruppo belga Transquinquennal. A Roma Pippo Di Marca, storico protagonista delle avanguardie anni Sessanta, presenta la summa teatrale “Theatrum mundi show”. Infine a Parma Walter Le Moli dirige un nuovo allestimento di “Girotondo Kabarett” di Schnitzler – Renato Palazzi Per saperne di più

Fuori dalla nebbia con FOG

Al via a Milano la prima edizione di “FOG”, rassegna internazionale di arti performative. A Brescia, Valter Malosti, con le azioni coreografiche di Michela Lucenti, mette in scena i “Sonetti” di Shakespeare. Ancora a Milano per l’omaggio di ricci/forte al teatro di Pasolini e l’evergreen di Maurizio Micheli e Umberto Simonetta “Mi voleva Strehler” – Renato Palazzi Per saperne di più

Antigone non sente ragioni

Federico Tiezzi in stato di grazia firma la regia di “Antigone” a Roma. Da non perdere a Parma il passaggio del gruppo tedesco di teatro in maschera Familie Flöz con il classico “Teatro Delusio”. “Cita a ciegas” (Appuntamento al buio) dell’argentino Mario Diament è a Milano con la regia di Andrée Ruth Shammah e un cast di livello. Ancora a Roma per “Disgraced” del Premio Pulitzer Ayad Akhtar, diretto da Jacopo Gassmann. Infine a Torino per “Il ballo” di Irene Némirovsky, perfida fiaba moderna interpretata e diretta da Sonia Bergamasco – Renato Palazzi Per saperne di più

Un Padre razionale

Gabriele Lavia in scena a Milano con “Il padre” di Strindberg in una rilettura che accentua la lotta fra razionalismo e superstizione. A Parma “Il silenzio del mare”, tratto dal leggendario romanzo clandestino di Vercors, regia di Raffaele Esposito. Ancora a Milano, la nuova tappa del progetto “HeartBreak Hotel” del collettivo Snaporaz e la farsa surreale “Io, mia moglie e il miracolo” di Gianni Vastarella, con la giovane compagnia Punta Corsara – Renato Palazzi Per saperne di più

Elezioni anticipate

Tre debutti da non perdere a Milano: Roger Bernat con “Pendiente de voto” rende il pubblico protagonista di una processo che pare democratico ma… Con “Hearing” il regista iraniano Amir Reza Koohestani compone con pochi sapienti elementi il quadro di una società basata sul sospetto reciproco. Roberto Latini, con Elena Bucci e Marco Sgrosso, interpreta il “Teatro comico” di Carlo Goldoni con il consueto acume e con personalità – Renato Palazzi Per saperne di più

Tamerlano palermitano

Luigi Lo Cascio porta in scena a Palermo il “Tamerlano” di Marlowe, raramente visto in Italia. A Firenze, Giancarlo e Fulvio Cauteruccio ripercorrono la vicenda del poeta e rivoluzionario greco Alexandros Panagulis in “Prigionia di Alekos”. È un concentrato di testi pinteriani “Night Bar”, che Valerio Binasco porta in scena a Prato. “Settimo cielo” di Caryl Churchill è la proposta del collettivo Angelo Mai col Teatro di Roma. A Milano, da vedere Maria Paiato in “Stabat mater” di Antonio Tarantino, “Nella solitudine dei campi di cotone” di Koltès per la regia di Roberto Trifirò e “La domanda della regina” un testo insolito dello scienziato Guido Chiarotti e del dramnmaturgo Giuseppe Manfridi – Renato Palazzi Per saperne di più